Il Mali impedisce a otto soldati tedeschi di lasciare il paese dopo aver sospeso le rotazioni della MINUSMA


Archivio
Archivio – Soldato dell’esercito tedesco – SACHELLE BABBAR / ZUMA PRESS / CONTACTOPHOTO

Le autorità maliane hanno impedito a otto soldati tedeschi di lasciare il Paese, secondo quanto riferito da fonti del Ministero della Difesa tedesco, un giorno dopo che Bamako ha annunciato la sospensione della rotazione delle truppe della Missione di stabilizzazione integrata multidimensionale delle Nazioni Unite in Mali (MINUSMA), nel pieno della polemica sulla detenzione di 49 soldati ivoriani all’aeroporto della capitale.

Fonti del Ministero della Difesa, citate dall’agenzia di stampa tedesca DPA, hanno dichiarato che gli otto soldati non sono stati in grado di imbarcarsi sul loro volo giovedì, dopo che le autorità maliane hanno segnalato difficoltà sulla loro documentazione. Le fonti tedesche hanno affermato che si tratta di un caso di molestie.

La Germania dispone di personale militare dispiegato nell’ambito della MINUSMA, il cui mandato è stato recentemente prorogato dal Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite nonostante alcune critiche da parte di Bamako, e nella Missione di addestramento dell’Unione Europea in Mali (EUTM), anche se quest’ultima è in fase di ritiro insieme all’Operazione Barkhane della Francia a causa delle tensioni con la giunta militare.

Il portavoce della MINUSMA, Olivier Salgado, ha dichiarato giovedì che sono disposti a tenere colloqui con Bamako. «La rotazione delle truppe è importante e cruciale per l’efficacia operativa della missione, oltre che per la sicurezza del personale. Bisogna fare ogni sforzo per trovare una soluzione, soprattutto dopo la sostituzione di alcuni membri avvenuta qualche mese fa», ha dichiarato.

Le tensioni si sono fatte sentire negli ultimi mesi per l’annuncio della giunta militare di prolungare il processo di transizione e per il presunto dispiegamento di mercenari del Gruppo Wagner, smentito da Bamako e Mosca, che parlano di regolare cooperazione militare.


Cookie Consent with Real Cookie Banner