Lula denuncia un Brasile devastato dalla fame dopo i governi «golpisti» di Temer e Bolsonaro

Il
Il presidente brasiliano Luiz Inácio Lula da Silva. – Florencia Martin/dpa

sono stati «distrutti» dalle amministrazioni precedenti, come quelle del «golpista» Michel Temer.

«Oggi in Brasile ci sono 33 milioni di persone che soffrono la fame. Significa che quasi tutto quello che abbiamo fatto per il bene sociale nel mio Paese, in tredici anni di governo, è stato distrutto in sei o sette anni, tre anni del golpista Michel Temer e quattro di Jair Bolsonaro», ha detto Lula durante la sua visita in Uruguay.

Quella nella capitale uruguaiana è stata la sua seconda visita internazionale dopo essere passato dall’Argentina, dove mercoledì ha partecipato al vertice della Comunità degli Stati dell’America Latina e dei Caraibi (Celac), da quando è entrato in carica come nuovo presidente del Brasile.

Le dichiarazioni di Lula si riferiscono al ruolo svolto da Temer nel processo di impeachment contro l’ex presidente Dilma Rousseff, un processo che il PT ha sempre descritto come un «colpo di Stato». È stato uno dei principali promotori di un impeachment che nel 2019 ha bollato come il partito di Lula.

Il partito di Temer, il Movimento Democratico Brasiliano (MDB), che nel 2019 è finito due volte in carcere per accuse di corruzione, ha tre ministeri nel gabinetto di Lula: Sviluppo, Città e Trasporti.

Fonte: (EUROPA PRESS)