Harris esorta il Congresso degli Stati Uniti ad approvare «leggi ragionevoli» sui diritti delle armi da fuoco

Archivio
Archivio – Il vicepresidente degli Stati Uniti Kamala Harris – Brian Cahn/ZUMA Press Wire/dpa

La vicepresidente degli Stati Uniti Kamala Harris ha esortato il Congresso a procedere con leggi «ragionevoli» sulla sicurezza delle armi e con limiti alle armi d’assalto dopo le recenti sparatorie in California, dove sono state uccise almeno 14 persone.

«Quest’anno nel nostro Paese abbiamo già avuto, siamo a gennaio, si stima, più di 40 omicidi in sparatorie. E tragicamente, continuiamo a ripetere la stessa cosa», ha ribadito la Harris, ribadendo il suo appello affinché gli Stati Uniti fermino le sparatorie di massa, secondo un comunicato stampa della Casa Bianca.

Secondo il «numero due» di Biden, il Paese ha bisogno che il Congresso agisca per avere un approccio uniforme alla situazione nazionale, riformando il Secondo Emendamento della Costituzione degli Stati Uniti, che stabilisce il diritto individuale dei cittadini di portare armi.

«Dovrebbero (i membri del Congresso) fare qualcosa? Sì. Faranno qualcosa? È qui che tutti noi dobbiamo alzare la voce e parlare con i nostri rappresentanti eletti di ciò che abbiamo il diritto di aspettarci che facciano», ha sottolineato Harris.

Le osservazioni del Vicepresidente arrivano pochi giorni dopo che nello Stato della California si sono verificate diverse sparatorie di massa con armi d’assalto, che hanno causato la morte di almeno 14 persone.

Fonte: (EUROPA PRESS)