La JEP accusa il governo Duque di aver manipolato i conti delle vittime di violenza in Colombia


La Giurisdizione speciale per la pace (JEP), nata dagli accordi di pace della Colombia, ha individuato i ministri della Giustizia, Wilson Ruiz, della Difesa, Diego Molano, della Cultura, Angélica Mayolo, e dell’Istruzione, María Victoria Angulo, per aver manipolato i conti delle vittime del conflitto armato.

La sentenza del JEP concede ai ministri tre giorni di tempo per spiegare le azioni concrete messe in atto «per garantire i diritti delle vittime, in particolare di quelle che hanno partecipato alla costruzione della Collezione Voci per Trasformare la Colombia» del Centro Nazionale per la Memoria Storica (CNMH).

La collezione Voices to Transform Colombia avrebbe subito un’alterazione dei conti delle vittime sotto la direzione di Darío Acevedo come capo del CNMH.

I quattro ministri dovranno anche spiegare se sono stati coinvolti nei documenti di sceneggiatura del Museo della Memoria e nei vari piani precedenti alla strutturazione dei contenuti, nonché se erano a conoscenza della modifica.


Cookie Consent with Real Cookie Banner