Più di 150 morti in Pakistan dopo piogge torrenziali e inondazioni


Alluvioni
Alluvioni monsoniche in Balochistan, Pakistan – STRINGER / XINHUA NEWS / CONTACTOPHOTO

Il bilancio delle vittime delle piogge monsoniche che hanno colpito il Pakistan dalla metà di giugno ha superato i 150 morti, hanno dichiarato martedì le autorità pakistane.

Finora sono stati confermati 157 morti in incidenti legati alle piogge, mentre la città di Karachi (sud), la più popolosa del Paese, sta vivendo un secondo giorno di forti inondazioni che hanno lasciato parte della popolazione impossibilitata a lasciare le proprie case.

L’Autorità nazionale per la gestione dei disastri ha dichiarato che il bilancio delle vittime comprende circa 50 bambini. Il capo dei servizi meteorologici pakistani, Sardar Sarfraz, ha dichiarato che le piogge continueranno da giovedì nel Sindh.

«Questo potrebbe peggiorare la situazione e allagare altre città», ha detto. Le recenti inondazioni in Pakistan e in India hanno sollevato preoccupazioni sull’impatto del cambiamento climatico in una delle regioni più popolose del mondo.

Il ministro pakistano per i cambiamenti climatici, Sherry Rehman, ha dichiarato la scorsa settimana che il Paese si trova di fronte a una minaccia esistenziale derivante dal riscaldamento globale, che provoca ondate di calore, precipitazioni irregolari e inondazioni.


Cookie Consent with Real Cookie Banner