Tom Tugendhat è in corsa per sostituire Boris Johnson


Deputato
Deputato del Regno Unito e membro del Partito Conservatore Tom Tugendhat

Il presidente della Commissione Affari Esteri della Camera dei Comuni, Tom Tugendhat, ha annunciato giovedì la sua candidatura per sostituire Boris Johnson come primo ministro britannico e leader del Partito Conservatore.

Tugendhat ha pubblicato un articolo sul quotidiano «Telegraph» in cui assicura che, se eletto, garantirà un «inizio pulito» e promuoverà una «ampia coalizione di pari» per dare «nuova energia e idee al governo» e «colmare il divario della Brexit».

Tra le linee generali del nuovo candidato c’è la sua visione delle tasse, che considera «troppo alte» e sostiene che «i lavoratori e i datori di lavoro dovrebbero tenere più soldi», secondo la BBC.

Tugendhat ritiene inoltre che l’aumento del costo della vita sia «una questione di sicurezza nazionale» e che sia necessario dispiegare più polizia nelle strade del Regno Unito per combattere il crimine.

Tugendhat è il primo politico del Partito Conservatore a proporsi come possibile sostituto di Johnson, che ha annunciato le sue dimissioni giovedì, mentre il calendario per la scelta del suo successore sarà annunciato la prossima settimana.

Finora altri presunti candidati, come il vice primo ministro britannico Dominic Raab e l’ex ministro della Sanità Matt Hancock, hanno rifiutato di candidarsi, anche se il posto sembra tentare il ministro dei Trasporti Gran Shapps, che Sky News ha già inserito tra coloro che stanno valutando la possibilità di candidarsi al voto interno.


Cookie Consent with Real Cookie Banner